Ideato e organizzato dall’Associazione Watinoma del Burkina Faso, questo festival nasce con l’idea di poter avvicinare gli artisti tradizionali alla popolazione dei villaggi. E’ un festival multietnico per dare voce al patrimonio culturale delle diverse etnie della regione, avvicinarle tra di loro e fare scoprire agli stessi burkinabé l’immensa ricchezza della propria cultura a cui spesso il popolo africano non da valore, considerandola poco importante.

 

La Luna del Sahel è come una luna piena che illumina nel buio. La musica illumina l’anima dei popoli.

 

Al Festival partecipano artisti tradizionali, selezionati e invitati dalle varie regioni del paese, alcuni più noti e conosciuti, altri meno. Partecipano anche artisti che, a partire dalla tradizione, elaborano dei percorsi di innovazione, senza dimenticare il passato, ma arricchendolo con nuovi stimoli e adattandolo a nuovi contesti. Inoltre, si riserva uno spazio per i gruppi giovanili, proprio per promuovere e stimolare la continuità, la produzione e il rinnovamento delle espressioni artistiche.

 

Il Festival si svolge in una zona rurale del villaggio di Koubri, a 25 Km a sud della capitale Ouagadougou, in una zona rurale che però ha perso la proprie radici culturali a causa di vari fattori. Una delle prerogative a cui l’Associazione tiene particolarmente è la gratuità del Festival, affinché sia accessibile a tutti, in primo luogo, ai bambini, alla donne e ai giovani. Diventa un momento educativo, di formazione, di rafforzamento del sentimento di appartenenza alla comunità, di conoscenza della bellezza e della ricchezza del patrimonio culturale del proprio paese. Un’occasione che difficilmente capita alla popolazione di un villaggio africano.

 

Il Festival da un impulso all’economia locale favorendo gli scambi, l’iniziativa e il commercio di artigiani e gruppi di donne che trovano in questo evento, realizzato nel periodo delle festività di fine anno, un’importante occasione di sviluppo e di promozione delle iniziative commerciali. Anche la partecipazione degli artigiani è gratuita, per dare a tutti un’opportunità di crescita. Sono anche benvenuti gli stand di associazioni che promuovono sotto vari aspetti, progetti di sviluppo. La partecipazione al Festival può essere il punto di partenza di nuove collaborazioni e sinergie.

 

Anche i bambini giocano un ruolo importante, con le attività didattiche realizzate prima dell’evento che trovano un momento conclusivo di festa e riconoscimento all’interno del Festival.

 

Il Festival La Luna del Sahel gode del riconoscimento delle autorità locali, governative e tradizionali.